Garante regionale dei diritti della persona
del Veneto
Attività di promozione, protezione e pubblica tutela dei minori di età
L'accoglienza dei msna nel Veneto. La Regione proroga la sperimentazione delle modalità di accoglienza per i minori ultrasedicenni

La Regione Veneto, con DGR n. 1029 del 17 luglio 2018, ha confermato la sperimentazione del modello di accoglienza riservato ai minori stranieri non accompagnati  appartenenti alla fascia di età compresa fra i 16 e i 17 anni, disponendone la prosecuzione fino alla data del 30 giugno 2019.

I beneficiari di questa forma di accoglienza sono giovani prossimi alla maggiore età che presentano un'elevata maturazione psicofisica, con un vissuto personale e familiare non degradante. Tali condizioni, determinano in questi ragazzi una notevole spinta all'autonomia. Necessitano, di conseguenza, di azioni specifiche e di formule di accoglienza che consentano loro di raggiungere, in breve tempo, obiettivi di autonomia personale, relazionale, economica, alloggiativa ed acquisire un bagaglio formativo e/o professionale tale da consentire loro, al raggiungimento della maggiore età, di poter trasformare il permesso di soggiorno per minore età in un nuovo permesso per motivi formativi o di lavoro.

Il modello di accoglienza riservato a questi msna si struttura in due fasi.
La prima fase - o fase di accoglienza iniziale - è finalizzata alla conoscenza e a un'attenta osservazione del minore per valutarne l'assenza di problematiche e, quindi, la possibilità di partecipare alla tipologia di accoglienza in semi-autonomia. Questa prima azione, deve svolgersi all'interno di una comunità educativa per minori con una durata di due mesi e realizzata con il coinvolgimento di un tutore.
La seconda fase è rappresentata dall' accoglienza nelle strutture residenziali e semiresidenziali, i cd. "Gruppi appartamento", volta a far acquisire al minore una sufficiente autonomia per la gestione della propria vita quotidiana, anche attraverso la stesura di un Progetto Educativo personalizzato. A questa seconda fase, accedono quei msna che sono stati valutati positivamente da un'equipe di professionisti durante la loro permanenza in comunità nella prima fase di accoglienza.

La sperimentazione di questo modello di accoglienza, che con la DGR sopra ricordata è stata prorogata fino alla data del 30 giugno 2019, è finalizzata ad acquisire un ampio spettro di valutazione, in vista della definizione di un modello complessivo di accoglienza per msna, differenziato in relazione alle fasce di età.

*****
Risorse.

  • Regione Veneto, DGR 17 luglio 2018, n. 1029: Conferma della sperimentazione e regolamentazione di nuovi sistemi di accoglienza in strutture residenziali in semiautonomia, avviata nell'anno 2015, per i minori stranieri non accompagnati appartenenti alla fascia di età dai 16 ai 17 anni. D.G.R. n. 1839 del 09 dicembre 2015 e D.G.R. n. 684 del 16 maggio 2017.
  • D. lgs. 18 agosto 2015, n. 142: Attuazione della direttiva 2013/33/UE recante norme relative all'accoglienza dei richiedenti protezione internazionale, nonché della direttiva 2013/32/UE, recante procedure comuni ai fini del riconoscimento e della revoca dello status di protezione internazionale



« Torna all'elenco News
Condividi su: